Film, documentari dedicati all'ambiente

Una raccolta di Film e Documentari dedicati all'ecologia.

Quante volte, durante il nostro quotidiano, ci ritroviamo a pensare, o ancor meglio a riflettere, su quanto inquinamento, smog, aria irrespirabile, circondi le nostre vite, e quelle dei nostri figli?


Sappiamo bene che, a parole, siamo tutti molto propensi alla salvaguardia dell’ambiente (e come potrebbe essere diversamente?), così come con altrettanta attenzione - a parole – ci prodighiamo a difendere l’ecosistema naturale, pratiche ritenute giustamente indispensabili al benessere di noi tutti.


Peccato però che poi alle parole seguano i fatti: e i fatti rivelano, spesso, comportamenti dissimili dai nostri buoni propositi, per es. con l’utilizzo sfrenato di auto e motori inquinanti, o con riscaldamenti domestici molto spesso più alti della norma. E questi sono solo due fra gli esempi più facili da individuarsi.


E allora…sempre più persone, per fortuna, riconoscono che così non va, che qualcosa bisogna davvero fare. Lo stile di vita definito “occidentale” a breve non sarà più gestibile e per modificarlo serve un’educazione al cambiamento.


Ben venga, quindi, l’aiuto di documentari, libri, produzioni cinematografiche, che abbiano a cuore e come protagonisti ambiente ed energie rinnovabili, al fine di far comprendere, attraverso letture e/o consultazioni in video e audio, quanto sia importante la difesa dell’ambiente e come sia fondamentale, anche attraverso forme di energia alternative, il rispetto della nostra Terra.


Passiamo in rassegna alcuni esempi significativi di tali produzioni, a partire dal documentario francese Home, produzione del 2009, diffuso contemporaneamente in 50 Paesi nel mondo, a comprova dell’enorme importanza che l’argomento riveste, proprio in occasione della “Giornata mondiale dell’ambiente”, festività istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, e che si celebra, dal 1972, ogni anno il 5 giugno.

 


Il film (in versione lunga per il cinema di 120 minuti e più breve, da 90’, per la televisione e la rete) denuncia lo stato della Terra e le ripercussioni sul suo futuro, con una particolare attenzione al legame esistente fra tutti gli organismi, animali, vegetali e climatici, che lo compongono. Dopo la presentazione dell’ecosistema, il documentario entra nel vivo della tematica, approfondendo gli effetti, spesso infausti, che l’attività dell’uomo produce su di esso.


Altro film documentario sull’argomento, questa volta di produzione italiana, è Reloaded, sempre del 2009.
Si tratta di una realizzazione dal blog di Beppe Grillo che, abbandonati da tempo ormai i panni del comico, oltre che all’impegno politico si fa carico di iniziative a salvaguardia dell’ambiente, tanto che questa produzione, in collaborazione con Greenpeace, affronta le grandi domande dell’ecosostenibilità, anche e soprattutto tramite interviste ai più conosciuti esperti in materia, con l’obiettivo di illustrare le motivazioni per investire nelle energie rinnovabili.

 


Notevoli passi avanti, negli ultimi anni, sono stati fatti anche nel campo dell’editoria e letteratura per ragazzi, posto che partendo da una base d’insegnamento per i più piccoli è assolutamente fondamentale sviluppare la capacità di ragionare, e di conseguenza agire, in maniera ecoconsapevole: negli ultimi 20/30 anni, il mercato ha infatti dato largo spazio alla tematica dell’educazione ambientale ed ecologica, e non a caso oggi sono sempre di più i libri per bambini e per ragazzi su questi argomenti, primo fra tutti il rispetto dell’ambiente che ci circonda.
Per dare alcune indicazioni, possiamo parlare di classici come  “L’uomo che piantava gli alberi” di Jean Giono, o la più conosciuta “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”, di Luis Sepulveda, o ancora “Acqua tagliente” di Giovanni Del Ponte, segnalando anche un’interessante collaborazione tra WWF e Panini Ragazzi, con la nascita di una collana di libri prodotta esclusivamente con carta ed inchiostri ecocompatibili.


Oggi poi, grazie alla diffusione di canali online, è sempre più facile approcciarsi ad informazioni per tenere alto l’interesse sull’ambiente, sia per adulti che per i piccoli: cartoni animati, brevi documentari, creazioni tra il reale e il virtuale che, incuriosendo e divertendo, stimolano il coinvolgimento e l’attenzione di tutti.


Entra in campo anche Youtube, il canale online di video in assoluto più diffuso: una realizzazione tutta italiana, quella che narra la giornata di un bambino, protagonista di Weberino e il treno verde, (un corto realizzato da Legambiente in collaborazione con un’azienda di costruzioni attenta agli edifici ecosostenibili) e delle sue scoperte relative all’importanza del risparmio energetico e della salvaguardia dell’ambiente.
Molto ci sarebbe ancora da leggere, da dire, da vedere, sul’ambiente, patrimonio indiscusso di tutti, e sulle nuove energie alternative e rinnovabili: davvero l’argomento è vastissimo, di portata internazionale, per fortuna se ne parla in tutto il Pianeta, rendendo così l’argomento di dominio costante e pubblico.


Ci piace terminare con un’ultima segnalazione, un film-documentario francese uscito nel proprio paese nello scorso 2015 e giunto in Italia l’anno successivo, precisamente nell’ottobre 2016: stiamo parlando di “Demain” o “Domani”, una testimonianza di esempi di singole persone o comunità che, attraverso lo schema di 5 argomenti (alimentazione, energia, economia, istruzione e democrazia), sono riusciti a dimostrare che un altro mondo, più pulito e sostenibile, è possibile.


E noi vogliamo crederci.